background

VOCE E TEATRO: IMMAGINAZIONE, NARRAZIONE E CORALITÀ. IL TEATRO DELLE VOCI

CON VALENTINA F. BARLACCHI

8 - 9 luglio '23

VALENTINA F. BARLACCHI


Psicologa-psicoterapeuta, direttrice didattica Istituto Gestalt Firenze, Didatta Ordinario FISIG, formatrice AICo, socia fondatrice dell'Associazione "Azioni e ContaminAzioni" di Firenze.


Docente in diversi istituti italiani di Psicoterapia della Gestalt e formatrice in Psychosocial Support in progetti umanitari in Italia e all’estero (Lampedusa, Libano, Siria, Kurdistan iracheno, Palestina, Gaza, Giordania, Brasile, Thailandia). Ha svolto attività di supervisione di equipe di educatori e operatori di Sprar. Formatasi in teatro e canto con vari artisti, svolge attività di terapia della Gestalt individuale e di gruppo privilegiando l'uso di mediatori espressivi: teatro, voce e integrazione corporea. 


Regista della compagnia teatrale Baraccaeburattini dal 2003 al 2012, (nata con il laboratorio teatrale condotto al liceo classico Michelangelo di Firenze) e della compagnia Parenti Terribili dal 2013. Organizzatrice dal 2016 dei Convegni di Arti e Gestalt e International Gestalt Training a Firenze in presenza e online.


Fa parte, come voce, del gruppo di musica e poesia tradizionale araba Nahawand Project -incisione del CD "Thinking of Others" 2022, per il Progetto ad Aleppo, sponsorizzato da Ospedale Meyer, Fondazione Giovanni Paolo II, Fondazione Il cuore si scioglie, Arci Toscana, UniCoop Firenze. Per il progetto ha svolto due missioni ad Aleppo come psicologa-psicoterapeuta del Meyer.


          Voce e Teatro: immaginazione, narrazione e coralità. Il teatro delle voci.

               Elementi di Gestalt e Voce per la relazione di aiuto nel supporto psico-sociale


Gestalt e il Teatro delle Voci è uno spazio di cura collettivo e individuale dove riconoscersi e sostenersi nel processo di recupero di una nuova

identità culturale, personale e sociale; dove rinascere dalle ceneri del fuoco che ha bruciato le forme dell'esistenza precedente, a causa di eventi

di crisi e perdite.

La metodologia proposta e adattata in diversi contesti psico-sociali si basa sulla ricomposizione di frammenti di memoria in un processo di

creazione immaginativa, dove i partecipanti possono sentire la forza del gruppo.

L'immaginazione e il linguaggio analogico, muovendosi per frammenti, si nutrono di ricordi, dove la memoria si compone in un nuovo mosaico,

guidata da antiche tracce e da nuove connessioni e relazioni che l'immaginazione crea. Si può dare forma a una nuova drammaturgia verso il

futuro; allora la forma antica lascia spazio a nuove forme nel movimento del corpo, nel suono della voce, nella parola e nel canto, dando luogo a

una ricomposizione dell'esperienza personale, orientata dall'intenzione presente. Tutti i frammenti di memoria, immaginativa e sensoriale,

diventano tasselli essenziali di un nuovo teatro-vita.



Gestalt and Voice-Theater, understood as an analogical language, is a space for collective and individual carewhere one can recognize one another, where one can support oneself in the process of recovering a new cultural, personal and social identity; where to reborn from the ashes of the fire that burned the forms of the previous existence, due to events of crisis, and losses.

The methodology proposed and adapted in different psyco-social contexts is based on the re-composition of fragments of memory in a process of imaginative creation, where the participants can feel the strength of the group.

Imagination and analogic language, moving by fragments, feed on memories, where memory is composed in a new mosaic, guided by ancient traces and by new connections and relationships that the imagination creates. A new dramaturgyopened toward the future can be shaped; then the ancient form leaves room for new forms in the movement of the body, in the sound of the voice, in the word and in the song, giving rise to a recomposition of personal experience, oriented by the present intention. All the fragments of memory, imaginative and sensorial, become essential pieces of a new life-theater.